Sei un tifoso della Juventus?
Iscriviti Gratuitamente alla Vip Newsletter sui bianconeri, e vinci fantastici premi!
Già 1799 tifosi si sono iscritti
ENTRA NEL CLUB

Pirlo ringrazia i suoi allenatori: Terim dimenticato

Nuovo allenatore della Juventus da qualche settimana, Andrea Pirlo ha conseguito il patentino di tecnico UEFA Pro, completando così l'iter per allenare ad alti livelli. La tesi del mister bianconero, chiamata 'Il calcio che vorrei', è stata pubblicata sul sito della FIGC. In cui compaiono anche tutti i suoi allenatori di club e Nazionale, tranne uno.

Nel ricordare i tecnici avuti tra Brescia, Milan, Reggina, Inter, Juventus, New York City, Nazionale Under 21, e Italia, Pirlo non ha infatti inserito all'interno della lista Fatih Terim: una dimenticanza che ha fatto parare largamente sui social, dopo la pubblicazione della tesi da parte della federazione:

"Infine un ricordo ai compagni di carriera che mi hanno accompagnato durante la mia carriera ed a tutti i tecnici che ho avuto, ognuno di loro mi ha lasciato qualcosa: Moro, Reja, Materazzi, Hodgson, Lucescu, Simoni, Colomba, Mazzone, Ancelotti, Leonardo, Conte, Allegri, Viera. Ed in nazionale: Tardelli, Gentile, Trapattoni, Lippi, Donadoni e Prandelli".

Pirlo ha citato anche i diversi allenatori avuti a Brescia a inizio carriera, in anni difficili per le Rondinelle con continui cambi di panchina, ma non ha considerato Terim, leggendario allenatore turco passato al Milan anche durante i primi mesi rossoneri dell'attuale tecnico di Madama.

Dopo qualche mese alla Fiorentina, Terim si trasferì al Milan nell'estate 2001: esperienza decisamente breve anche in rossonero, dall'agosto al novembre di quell'anno. Pirlo venne utilizzato solamente per pochi minuti dall'allenatore turco, per poi pian piano diventare perno essenziale del club con l'arrivo di Ancelotti.


Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...