Diaz: “Il Milan deve puntare anche allo scudetto”

Sguardo deciso, risposte concise dribblando le domande più insidiose, Brahim Diaz si presenta in conferenza stampa, racconta tutta l'emozione di poter vestire la maglia del Milan e non pone limiti alla squadra rossonera: "Il Milan ha molti obiettivi, non ha solo il ritorno in Champions League. Deve arrivare più in alto possibile. Vincere anche lo scudetto. E l'arrivo di Tonali, oltre alla presenza di Ibra mi fanno sperare in grandi cose". Diaz risponde come farebbe un giocatore esperto nonostante abbia appena 21 anni. Evita di raccontare i dettagli delle chiacchierate con Pioli, Maldini o Zidane, ma sottolinea più volte quanto sia orgoglioso di poter giocare in un club tanto importante: "E' un grandissimo piacere giocare nel Milan, ha una storia immensa. Avevo molte offerte ma ha fatto la differenza. Entrare a Milanello è stata un'esperienza incredibile. Mi hanno colpito le persone, i tifosi. L'accoglienza è stata speciale. Questo club ha una storia centenaria, sono orgoglioso di essere rossonero". Non una parola, invece, su quanto gli abbia detto Pioli: "Rimane tra noi. Il modulo? Mi trovo meglio come trequartista ma giocherò nel ruolo che mi verrà assegnato". Il suo idolo, ovviamente, è Iniesta e ha già un ottimo rapporto con Castillejo, non vede l'ora di giocare con Ibrahimovic "un giocatore incredibile" ed è pronto a fare la differenza: "Sto bene e anche se sono arrivato in prestito secco non ci penso. Sono concentrato sul Milan e sarà un grande anno. Voglio dare il meglio, dare tutto quello che ho e fare il massimo per questo club".

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...