Figc,l’ultimo saluto a Fino Fini. Gravina presente alla camera ardente

La maglia azzurra appoggiata sulla bara, simbolo di un rapporto unico, indissolubile, per continuare a ricordare Fino Fini e quel suo amore così intenso per l’Italia calcistica. È il giorno della camera ardente nel ‘suo’ Museo del Calcio, che il ‘Dottore’ ideò e rese possibile grazie a caparbietà e ricerche meticolose, per tenere viva la memoria della storia azzurra.

Oggi - si legge sul sito della Figc - è il ricordo di un personaggio unico, carismatico, che ha lasciato un segno indelebile in chiunque lo abbia incontrato e che grazie alla sua volontà e forza d’animo è riuscito a creare un luogo e una comunità che potranno proseguire nel segno del suo insegnamento: la passione e l’amore per il gioco del calcio. Il primo ad arrivare è stato il presidente federale Gabriele Gravina, che non ha voluto mancare quest’ultimo saluto a Fino Fini e dare il suo personale addio ad un personaggio simbolo della storia azzurra, che ha legato il proprio nome anche al Centro Tecnico Federale di Coverciano, di cui è stato direttore per quasi trent’anni.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...